GubbioFreccettaEventiFreccettaDettaglio Eventi

La Festa dei Ceri

3/27/2012

La travolgente corsa che il 15 maggio di ogni anno si ripete a Gubbio in onore del Santo Patrono della città Ubaldo.

I Ceri di Gubbio sono tre strutture di legno, formate da due prismi ottagonali sovrapposti e rinforzati da un telaio interno anch'esso di legno e al momento dell'alzata vengono fissati ad una barella che poi verra portata a spalla e correndo dai cosiddetti “ceraioli”. Durante l'anno Ceri e barelle sono custoditi nella Basilica di Sant'Ubaldo in cima al monte Ingino, mentre le statuette dei Santi sono conservate nella Chiesetta di S. Francesco della Pace detta "dei Muratori" in Via Savelli.
La festa secolare, che coinvolge l’intera cittadinanza eugubina, si svolge in un incredibile scenario definito da suoni e colori: le divise dei ceraioli (camicia gialla per i Sant’Ubaldari, blu per i San Giorgiari, nera per i Sant’Antoniari), i canti tradizionali che riecheggiano per le vie della città abbellita dagli stendardi, l’urlo imponente della folla durante l’alzata e al passaggio dei Ceri, il suggestivo rintocco del “campanone” e la travolgente corsa per le vie della città fino al Monte Ingino, luogo sacro a tutti gli eugubini perché giace la salma del patrono. La Corsa si conclude con le preghiere di supplica e ringraziamento elevate al Santo Patrono Ubaldo e la deposizione delle tre statuette raffiguranti i tre Santi all'interno della sopra citata chiesetta dei Muratori. Durante la serata balli e canti rallegrano tutti i partecipanti e sanciscono la fine dei festeggiamenti che riprenderrano con entusiasmo immutato il prossimo anno. I Ceri per la loro importanza storica e culturale sono stati scelti come simbolo della Regione dell’Umbria.